À PIED, À CHEVAL ET EN SPOUTNIK
Produzione: 1958 - Francia, Les Films Jean Jacques Vital/Regina/Filmsonor, b/n, 110 min.
Regia: Jean Dreville
Sceneggiatura: Jacques Grello, NoŽl-NoŽl, Robert Rocca, Jean-Jacques Vital
Musica: Paul Misraki, Marc Lanjean
Interpreti: NoŽl-NoŽl, Denise Grey, Mischa Auer, Darry Cowl, NoŽl Roquevert, Nathalie Nerval, Pauline Carton, Sophie Daumier, Jacques Cathy, Francis Blanche
Durante uno dei suoi vagabondaggi, Lťon Martin (NoŽl-NoŽl) prende con sé un cane ed un topo, senza sapere che facevano parte dell'equipaggio di uno sputnik caduto sulla terra. Gli agenti del consolato russo, intenzionato a riavere gli animali, lo conducono a Mosca e qui, dopo una serie di equivoci, lo lanciano per sbaglio nello spazio a bordo di un missile in compagnia del professor Papov (Mischa Auer). Quando lo scienziato ha un infortunio, Martin prende in mano i comandi e, pur nella sua inesperienza, riesce a ricondurre a terra il razzo. Per l'eroica impresa, l'improvvisato astronauta viene acclamato come un eroe e può tornare in Francia insieme con il cane ed il topo.
Innocua commedia pensata per il popolare comico NoŽl-NoŽl, che sfrutta l'argomento del giorno - lo sputnik - per ribadire la forza vincente dell'innocenza e dei buoni sentimenti. Mischa Auer, in piena decadenza artistica, si abbandona stancamente alla caricatura di se stesso.
Il film è conosciuto anche con i titoli inglesi A Dog, a Mouse, and a Sputnik e Hold Tight for the Satellite.
©